L’officina di Vulcano, antiche ferriere dell’alta Versilia e della Garfagnana di Giovanni Nardini

pie-lucese007.jpg
E’ nelle librerie l’ultima fatica del prof. Giovanni Nardini “L’officina di Vulcano, antiche ferriere dell’alta Versilia e della Garfagnana”. Continua così il lavoro di reportage e di ricerca dell’ormai affermato fotografo viareggino, e insegnante di lettere in una scuola media superiore della città.
Questa volta attraverso la lavorazione del ferro che rappresenta un’arte antica ancora presente sul territorio.
Attraverso evocative immagini in bianco e nero, “le ferriere sembrano ancora oggi luoghi del mito dove acqua e fuoco concorrono, sapientemente dosati dall’uomo, a produrre ferri da cavallo, chiodi, borchie, inferriate, cancelli, grate, vanghe e rastrelli” – come ha affermato il Presidente della Provincia Stefano Baccelli nella sua presentazione del volume.
Il percorso si snoda attraverso le ferriere di Candalla, Cardoso, Piè Lucese, Gombitelli, Pescaglia, Pomezzana, Fabbriche di Vallico, in una sorta di itinerario magico che può apparire lontano, un po’ fuori del tempo e invece ancora così attivo e vivace. L’autore documenta e interpreta, con toni intensamente lirici, una parte di storia della Lucchesia che sopravvive ancora con i suoi magli azionati dall’energia idrica, forni fumanti, incudini e martelli. Le foto rappresentano uomini che, in antichi casolari, forgiano accanto a nuovi attrezzi vanghe, rastrelli, arnesi legati alla civiltà contadina. Un mestiere quello del ferraio, passato dalla dimensione industriale a quella artigianale, attività oscura quanto preziosa. Le immagini sono un lavoro attento sulla luce, sui chiaro-scuri di questi ambienti che mettono incredibilmente in risalto le cose e gli uomini. I gesti che il fotografo cattura sono ripetuti nel tempo: è il valore della liberazione data dal lavoro.
Per questo il prof.Giovanni Nardini ha scelto il titolo “Officina di Vulcano” per rievocare l’ambiente mitologico dove il lavoro avvicina l’uomo al divino: in una grotta Vulcano forgiava le sue armi metalliche. L’opera incoraggiata dall’assessore Sauro Mattei della Comunità Montana Alta Versilia è pubblicata dalla casa editrice Franche Tirature con contributi di tutte le comunità montane di Versilia, Media valle e Garfagnana, Parco delle Apuane e provincia di Lucca.
Letizia Tassinari
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...