Day: novembre 13, 2007

SEZIONE PIGRECO QUADRO

12ede8eae2e405495878eaacc8ff74e0.jpeg Continuano le recensioni “ferroviarie”, ovvero quei libri che leggo in treno andando ad appuntamenti di lavoro.

Oggi ho letto, tra andata e ritorno, un romanzo davvero bello, si chiama “Sezione Pigreco Quadro”. Ho superato il mio naturale scetticismo verso gli autori italiani, ed ho preso questo Urania in edicola.

E’ un giallo cyberpunk, ambientato a Napoli nel 2059, in una Italia sostanzialmente uguale ad oggi ma con ultra tecnologia, dove tra una “tazzurilla” di caffè esistono speciali poliziotti, appunto quelli della sezione Pigreco Quadro, che hanno innesti nanotecnologici che sono in grado di scaricare in download gli ultimi istanti di vita di una vittima, rendendo quasi impossibile il crimine perfetto.

In una Napoli degradata e depredata dai suoi governanti non più di oggi, il protagonista Ispettore Vincenzo Briganti, deve indagare sull’omicidio del suo capo, il Commissario che ha portato in Europa la prima sezione di Psicopolizia (questo è il termine che nel romanzo le altre polizie mondiali assegnano a questo tipo di scientifica).

Il romanzo è cyberpunk, con una venatura noir ed una autoironia e capacità di sopportazione invece tutte italiane, è crudo, non è per tutti i palati ma è molto molto bello.

L’autore, Giovanni De Matteo, ha un suo blog http://junction.splinder.com che sarà una chicca per gli appassionati di atmosfere cyberpunk, noir e di tecnologia prossima ventura.

Marco Panattoni

Pubblicità